Un sogno

Un sogno

Agosto 1995 , Grecia , Isola di Paros……Meltemi ! Ecco il mix ideale per ogni buon surfista. Come ogni anno dal 1992 insieme al mio fidatissimo e affiatatissimo gruppo di amici ci “trasferivamo” al New Golden Beach di Paros per trascorrere circa un mese di vacanze all’insegna del vento e del windsurf. Partenza da Ancona….Patrasso poi verso il Pireo e quindi traghetto per Paros , in tutto due giorni di viaggio . Io con il camper carico di tavole,vele,boma alberi ecc.ecc.e gli altri in vari appartamenti distribuiti nel raggio di 500 metri dallo spot. La mattina però tutti puntuali in spiaggia ! Il Meltemi è un vento che già nell’antica Grecia era conosciutissimo e consentiva alle navi greche di spostarsi nel Mar Egeo velocemente ….é un vento costante che “entra” a metà luglio e termina a settembre ,SEMPRE ! Vento da Nord/Est, vento fresco che ti consente di planare in un modo fantastico ......nel mare si forma un “chop” che ti invita anche a saltare e fare dei bellissimi looping . Pura libidine! Quell’anno , insieme sempre ai fidatissimi amici, Claudio,Riccardo,Valerio e Giacomo avevamo già fatto una “preparazione” nel mese di Giugno a Pozo Izquierdo a Gran Canaria e quindi eravamo nella giusta forma fisica . I primi giorni del mese di agosto il vento stentava ad entrare e le giornate passavano lente a scrutare sempre l’orizzonte …… Naxos era la, proprio di fronte al New Golden Beach , si intravedevano in lontananza le montagne. La curiosità mi prendeva. Quel giorno in realtà era partito dalla notte….Il mio camper ,parcheggiato in prossimità della spiaggia, comincia a sbattere e a dondolare dal vento…. E’ ARRIVATO IL MELTEMI! La mattina ,ossia appena spunta l’alba , la frenesia è molta come è molto forte il vento. Comincia il primo dilemma. Quale vela si monta? Cioè quale vela da quanti metri quadrati si monta? La 4.2 o la 4,7 ? e se poi il vento cala? La 5.4? No forse è troppo grande. E’ sempre molto presto, e’bene aspettare per vedere se il vento si stabilizza. In mattinata il vento sembra stabilizzato, il mare con la luce del sole e i riflessi sembra quasi bianco, acceca ! E’giunto il momento , è giunto il momento di esaudire la mia curiosità….NAXOS è sempre là, ci separano circa 13 Km. di mare. Decido, armo la 5,4 , lo so, è un po’ grande, un po’ “sopravvelato” ma la paura è di rimanere senza vento nel mezzo della traversata. Scelgo la tavola giusta un 2.70 per 98 litri , metto la muta corta e …parto. Ovviamente non dico a nessuno della traversata perché mi avrebbero sconsigliato ed invece io ero troppo convinto. Parto! Entro in acqua,alzo la vela e come una scheggia entro subito in planata, piedi nelle straps e via!!!!! Non so in quale punto arriverò di là, la navigazione è a vista e alla partenza si vede solamente la “forma” di Naxos. Il vento mi fa quasi volare fino a quando , circa a metà del canale ecco un maxi traghetto della Minoan lines che è preciso sulla mia rotta di collisione. La mia velocità è molto più forte di quella della nave e l’avvicinamento è rapido … Che fare, passargli di poppa ? No perché sarei sotto vento …..Buttarmi in acqua e aspettare che passi ….. no, non sia mai detto…..Gli passo di prua!!! Che spettacolo! Sarò passato a venti metri da questo colosso del mare e io piccolissimo con la mia tavola e la mia 5,4….La nave mi lancia un sonoro che mi incute paura,appena passata giro gli occhi e vedo tutti i turisti sul ponte con le macchine fotografiche a immortale la scena perché era veramente fuori dal normale. Il cuore batteva …batteva ,,,,, Naxos ora la vedo bene, vedo una lunga spiaggia, decido che arriverò là . ARRIVATO!!! Metto i piedi in terra, mi volto per vedere Paros ma …..non si vede più! Il mare era aumentato come pure il vento e quindi l’acqua nebulizzandosi precludeva la vista. Attimo di panico. Decido di ripartire subito e considerando che il vento proveniva da Nord/est decido di “stringere” molto andando quasi di bolina in tal modo da non ritrovarmi mai nella condizione di andare sottovento rispetto all’isola di Paros sbagliando quindi l’approdo… Così è stato, la mia andatura di bolina mi fa andare molto sopravvento e dopo diverse miglia, nel momento che rivedo l’isola e intravedo il mio punto di partenza del New Golden Beach comincio con una magnifica andatura al lasco pieno che mi fa arrivare direttamente sulla spiaggia. Ce l’avevo fatta ! Grande soddisfazione per la mia avventura…nulla di particolare ,sia chiaro, ma io avevo realizzato un piccolo sogno e la vita si può vivere…..solo sognando!

Date

31 Marzo 2017

Categories

Vita

On line

Abbiamo 14 visitatori e nessun utente online

©2018 Relax Sailing Team - Powered by Weegee

Search